Settimana nel Parco Nazionale del Pollino – maggio 2024

Una settimana di trekking nei luoghi, nelle tradizioni, nella cultura e nella natura incontaminata del Parco Nazionale del Pollino, ultimo avamposto a Sud tra Calabria e Basilicata.

da sabato 25 maggio a sabato 1 giugno 2024

Quota partecipazione 800 euro a persona.
È indispensabile essere soci CAI ed in regola con il bollino annuale.
Per prenotazioni segreteria@caitolmezzo.it

Una settimana immersi nelle bellezze del Parco Nazionale del Pollino con il CAI di Tolmezzo

Il Parco Nazionale del Pollino è il Parco Nazionale più grande d’Italia. Duecentomila ettari di paesaggi, montagne, sentieri, boschi, gole, torrenti, pareti rocciose.
Ma anche piccoli paesi, santuari, monasteri, castelli incastonati tra la Calabria e la Basilicata.
Un territorio montano enorme, compreso tra due mari, lo Ionio e il Tirreno, su cui spiccano ben 5 vette al di sopra dei Duemila metri: Serra Dolcedorme, Monte Pollino, Serra del Prete, Serra delle Ciavole e Serra di Crispo.
Ma anche valli, spiagge e colline, condizioni che determinano un clima molto particolare che nei secoli ha offerto l’Habitat ideale a innumerevoli endemismi vegetali, tra tutti: il maestoso Pino Loricato, albero simbolo del parco, unico al mondo.
Nel parco vivono poi tantissimi animali e non mancano vere e proprie gole per attività di canyoning Ogni angolo, ogni stagione nel Pollino offre visioni ed emozioni diverse. Basta mettersi un bel paio di scarponi ai piedi e immergersi, accompagnati dalle Guide Ufficiali del Parco, alla scoperta di un Parco Nazionale tra i più sorprendenti e selvaggi d‘Europa.

Programma
da sabato 25 maggio a sabato 1 giugno

Sabato 25 maggio:
ore 04:30 partenza a Tolmezzo presso parcheggio antistante la sezione CAI con Pullman
ore 06:30 partenza volo Ita Airwais da Ronchi dei legionari a Lamezia Terme (scalo a Roma). Arrivo previsto ore 10:30
Trasferimento presso l’hotel ristorante Miramonti a Rotonda (PZ) con pullman (circa 2 ore e mezza di viaggio). Arrivo previsto ore 13:00.
Pranzo e partenza per trekking leggero presso Castel Brancato, spuntone roccioso che si affaccia sull’alta valle del Fiume Argentino, una delle aree più selvagge d’Italia, da dove è possibile scorgere il mar Tirreno. Escursione piacevole per lo più nel sottobosco e con alcuni punti panoramici.
Tipologia Escursionistico/Turistico
Durata 4 ore cc Dislivello 250 m Lunghezza 11 km

Domenica 26
Partenza al mattino per raggiungere Serra di Crispo (2054 m s.l.m.) con partenza da Colle Impiso, attraversando rigogliosi boschi di faggio per arrivare ai piani di Pollino dove raggiungere il Giardino degli Dei e poi la vetta. Qui si potranno conoscere i meravigliosi e rari Pini Loricati, in quello che è considerato il bosco con l’età media più antico d’Europa.
Tipologia E Durata 7 ore Disivello 650 Lunghezza 18 km

lunedì 27
Orsomarso e la Valle del Fiume Argentino (circa due ora da Rotonda) Escursione incantevole con partenza dal borgo di Orsomarso per ridiscendere nella Valle del Fiume Argentino uno dei fiumi più limpidi ed incontaminati d’Italia. L’escursione toccherà un arboreto didattico per arrivare alla piccola cascata della Ficara per poi ritornare al borgo lungo il medesimo percorso.
Ripreso l’autobus ci si sposterà lungo la costa per fare un bagno nel meraviglioso Mar Tirreno.
Tipologia E/T Durata 4/5 ore Dislivello 80 Lunghezza 8-10 km

Martedì 28
Monte Pollino 2248 m s.l.m.
La vetta più rappresentativa del Parco. Con una escursione che ha come partenza colle Impiso, il percorso di affaccia sul versante calabrese del monte risalendo una accentuata salita che porta dapprima al valico di Gaudolino per poi risalire più ripidamente verso la dolina di Pollino e da lì su in vetta a toccare i 2248 m s.l.m. riscendendo la vetta un percorso che varia leggermente per conoscere il Patriarca, uno dei pini loricati più vetusti del parco con i suoi quasi 1000 anni.
Tipologia E Durata 7 ore Dislivello 700 Lunghezza 13 km

Mercoledì 29
Castrovillari – Morano Calabro
Visita turistica ai borghi di Castrovillari e Morano Calabro. Castrovillari è il più grande centro dell’area del Pollino a 362 m di quota nella Conca del Re ai piedi del massiccio del Pollino. È il centro di riferimento burocratico e commerciale più grande del parco e con il suo centro storico, dove si può ammirare il castello aragonese e il proto convento francescano, permette al turista di immergersi nella cultura locale.
Morano Calabro, uno dei borghi più belli d’Italia è certamente il più caratteristico borgo medievale presente sul territorio con le sue chiese ricche d’opere d’arte. È una meta obbligatoria nel Pollino.
Tipologia Turistico

Giovedì 30
Monte Sellaro – Villapiana
Escursione sulla vetta più suggestiva del versante Ionico del Pollino. Con partenza dal Santuario di Santa Maria delle Armi, suggestivo e bellissimo incastonato nella pietra, si risale in vetta per ammirare la catena montuosa del Pollino ad ovest e il mar Ionio ad est, in un connubio unico ed emozionante.
Al termine dell’escursione si punta il mar Ionio per una passeggiata e bagno sulle spiagge di Villapiana
Tipologia E Durata 3/4 ore Dislivello 400 Lunghezza 7 km cc

Venerdì 31
Visita guidata al borgo tra i più belli d’Italia “Civita” piccolo gioiello incastonato tra le rocce che affaccia sul Canyon del Raganello Patrimonio UNESCO è certamente uno dei luoghi più suggestivi e conosciuti del Pollino.
Con la chiesa dove si professa il rito Greco-Bizantino, il Ponte del Diavolo e le Case Kodra oltre che i suoi comignoli monumentali rimane una tappa fondamentale per conoscere il Pollino.
Al rientro visita di Rotonda capitale vera e propria del Parco del Pollino con il suo caratteristico centro storico, i suoi portali in pietra e la sua bellissima veduta sulla valle del fiume Mercure.
Costo aggiuntivo 2/3 euro se sarà aperto il museo dell’Elefante.
Tipologia T

Sabato 1
Cosenza
Città di riferimento per la Calabria settentrionale, dotata di un importante centro storico gotico e di un museo all’aperto incredibilmente innovativo e sorprendente. Capoluogo dei Bruzi, antico popolo che occupava la Calabria e centro culturale e religioso con il suo imponente e suggestivo Duomo.
Ore 16:00 trasferimento in aeroporto.
Partenza volo da Lamezia Terme ore 19:10, arrivo previsto a Ronchi dei Legionari ore 22:55 (con scalo a Roma). Trasferimento a Tolmezzo con Pullman.

La quota di partecipazione è di 800 euro e comprende:
• viaggio aereo A/R da Ronchi dei legionari a Lamezia Terme con voli ITA Airways
• trasferimento da e per Ronchi dei Legionari da Tolmezzo con Pullman GT
• Trasferimenti vari per tutte le giornate del soggiorno con pullman GT
• trattamento di mezza pensione per 7 giorni presso l’hotel ristorante Miramonti di Rotonda (PZ) e pranzo al sacco per le escursioni giornaliere
• Guida ufficiale del parco del Pollino dal primo giorno
• Visita guidata della città di Cosenza

Si richiede:
➢ di essere soci CAI ed in regola con il tesseramento per il 2024
➢ il versamento di una caparra di euro 300 all’atto della prenotazione entro e non oltre il 4 marzo 2024
➢ ed il saldo pari ad euro 500 entro il 22 aprile 2024 I versamenti dovranno essere effettuati mezzo bonifico bancario intestato a CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI
TOLMEZZO specificando sulla causale il nominativo e se trattasi di acconto o saldo per il viaggio nel Parco Nazionale del Pollino maggio 2024.
IBAN: IT95 R030 6964 3261 0000 0001 777 Intesa San Paolo Filiale di Tolmezzo
Per ogni ulteriore informazione contattateci: via mail all’indirizzo segreteria@caitolmezzo.it

 

Un pensiero su “Settimana nel Parco Nazionale del Pollino – maggio 2024

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *