Archivi categoria: eventi

Apertura stagione escursioni 30 aprile Rifugio Monte Sernio

E’ scattato il conto alla rovescia in vista della tradizionale escursione sezionale al Rifugio Monte Sernio.

Rif. monte Sernio – 2017

Quest’anno, l’appuntamento che inaugura ufficialmente la stagione escursionistica del Cai di Tolmezzo è fissato per domenica 30 aprile.
Il ritrovo è previsto presso la nostra sede in via Val di Gorto (Parcheggio Piscina) a Tolmezzo alle ore 8.00 o in alternativa alle 8.45 a Lovea, al parcheggio situato in Località Chiampees.
Ci si sposterà con mezzi propri.
Due i percorsi per raggiungere la meta in località Palasecca:
percorso A (Rifugio Monte Sernio), salita ore1.40, discesa 1,10 ore
Percorso B (Creta di Mezzodì) salita, ore2,40- discesa ore1,50.
All’arrivo in rifugio pastasciutta per tutti, ma sono gradite bevande e dolci al seguito…
L’escursione sarà soprattutto un’occasione per condividere un momento conviviale e di festa tra soci “vecchi e nuovi”.
Siete tutti invitati a partecipare. Per motivi organizzativi si richiede conferma alla segreteria (0433 466446 o via mail a info@caitolmezzo.it) o a Federico (3398028033) entro venerdì 28 aprile.

 

INNOVALP, il Festival delle Idee per la montagna

Innovalp – pdf

La Cooperativa Cramars di Tolmezzo è lieta di presentare
INNOVALP, il Festival delle Idee per la montagna che si terrà a Tolmezzo il 23, 24 e 25 marzo 2017
INNOVALP è un’ inedita iniziativa dedicata alle “Terre Alte“, che si muove dentro ad un nuovo format creato per riflettere, coinvolgere, approfondire le tematiche legate al territorio montano non solo del Friuli Venezia Giulia, ma dell’intero arco alpino.
Il Festival vedrà la partecipazione di oltre 80 ospiti che diventeranno protagonisti di circa 40 appuntamenti che si svolgeranno nel cuore di Tolmezzo, città Alpina dell’anno 2017.
Il programma costantemente aggiornato è disponibile su festival.coopcramars.it
Protagonisti attivi della tre giorni festivaliera saranno anche alcuni esponenti del mondo del Club Alpino Italiano, tra cui spiccano i nomi di Annibale Salsa, Antonio Zambon, Giovanni Anziutti e del nostro Presidente di sezione Alessandro Benzoni.
Gli incontri sono articolati su un format che coinvolge direttamente il pubblico nella discussione e proprio per questo motivo prevedono la prenotazione al tavolo di discussione.

L’ingresso a tutti gli eventi è libero e gratuito fino ad esaurimento posti. È obbligatoria, per motivi organizzativi, la prenotazione on line sul sito.

Sito del Festival http://festival.coopcramars.it/home/

Programma Premio Leggimontagna 2016

Leggimontagna 2016 - pdf

Leggimontagna 2016 – pdf

ASCA – Associazione delle Sezioni Montane del Club Alpino Italiano, presenta il programma completo del:

Premio Leggimontagna 2016
Letterario 14a edizione
sabato 29 ottobre

Sala conferenze dell’UTI della Carnia
via Carnia Libera 1944 n. 29, Tolmezzo (UD)

Il Premio Leggimontagna, giunto alla 14^ edizione, quest’anno è in sinergia con la manifestazione Il Filo dei Sapori, che si svolgerà nel cuore di Tolmezzo l’ultimo fine settimana di ottobre 2016 e vedrà la partecipazione di decine di aziende agricole, l’allestimento di numerosi stand di degustazione e vendita con dimostrazioni a tema.
Da questo incontro tra preziose risorse di montagna – prodotti e parole – nascerà un itinerario particolare per il pomeriggio di sabato 29 ottobre. Si spazierà dalla premiazione di Leggimontagna alla presentazione spot di alcuni prodotti tipici, da degustare poi in un momento conviviale conclusivo.
A fine premiazione verrà consegnato un riconoscimento speciale all’Amico Alpinista dell’anno.
Sarà attribuito un attestato di stima al Servizio Foreste e Corpo Forestale della Regione Autonoma del Friuli Venezia Giulia – Struttura stabile centrale per l’attività di prevenzione del rischio da valanghe – associato ad AINEVA, l’Associazione Interregionale Neve e Valanghe dell’arco alpino italiano della quale nel 2015 è stato nominato presidente l’assessore regionale  alle Risorse agricole e forestali del Friuli Venezia Giulia Cristiano Shaurli.
Ma prima, nella mattinata di sabato, l’alpinista tolmezzino Roberto Mazzilis incontrerà alcuni studenti degli Istituti superiori di Tolmezzo per parlare di montagna. Saranno i ragazzi a intervistare il personaggio, noto ben oltre i confini regionali per le sue imprese incredibili delle quali verranno proiettate bellissime immagini.
Leggimontagna 2016 non si concluderà con questi eventi, proseguirà con la premiazione dei cortometraggi prevista per l’inizio di dicembre alla presenza del presidente della giuria di Cortomontagna Dante Spinotti, direttore della fotografia di fama internazionale.
Proiezioni, commenti di film, musica, premiazione dei vincitori del 2016…Una grande festa!

Leggi il programma completo…

Per queste aspre montagne

Locandina - jpg

Locandina – jpg

Era il 15 settembre 1976 quando in Friuli la terra aveva tremato, ancora, dopo il sisma di maggio.
Sul monte Bivera, i massi travolsero un bambino e due geologi innamorati del loro lavoro e della Carnia, la cui storia geologica stavano studiando sul campo: Giulio Pisa, Riccardo Assereto e il figlio di quest’ultimo, Andrea.
L’ASCA li vuole ricordare nel 40° anniversario della loro scomparsa con 3 eventi che avranno luogo a Sauris nelle giornate del 17 e del 18 settembre 2016:

  • Sabato 17, dalle 9, presso Casera Chiansaveit si intitolerà loro parte dei sentieri CAI 212 e 213.
  • Sempre il 17, dalle 16, presso la sala Kursaal a Sauris avrà luogo il convegno “Ricerca e divulgazione geologica in Carnia. Da Gortani a Pisa e Assereto, alle prospettive future”
  • Domenica 18, dalle 9, si proporrà un’escursione guidata lungo il sentiero “Pisa-Assereto

Per info e programmi dettagliati: vedi pieghevole – pdf

L‘Alpenverein di Simbach ospita il CAI di Tolmezzo

20160806_201710Nell’ambito del gemellaggio della citta di Simbach am Inn con la città di Tolmezzo, anche le rispettive sezioni Cai hanno avuto modo di avvicinarsi e di conoscersi reciprocamente.
Durante il mese di agosto del 2015 la sezione Cai di Tolmezzo ha ospitato alcuni soci dell’Alpenverein di Simbach am Inn, che sono stati accompagnati in cima alla montagna di casa, l’Amariana.
L’Alpenverein di Simbach am Inn ha voluto quindi invitare la sezione Cai di Tolmezzo a casa loro: dal 5 al 7 agosto 2016 siamo stati ospitati presso la “Simbacher Hutte”, rifugio che si trova nella regione del Salisurghese – Alpi Bavaresi a ovest di Zell am See.
Gli amici di Simbach hanno saputo dimostrare tutta la loro simpatia e accoglienza: dopo averci accompagnato sullo Spielberghorn, hanno organizzato la cena per tutti in rifugio. Ovviamente abbondante e ben accompagnata da ottima birra.
Questo è stato il momento conviviale che ha visto anche lo scambio dei gagliardetti della sezione, con Hugo Retzer che ha fatto gli onori di casa. Heinz Heinle ha consegnato una targa di riconoscimento per l’aiuto ricevuto in occasione del suo infortunio sull’Amariana lo scorso anno.

Si è trattato di un fine settimana molto interessante, che ha dato modo a tutti di conoscerci meglio e di gettare le basi per future collaborazioni.

Inaugurazione Rifugio Talm

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

Invito - jpg

Invito – jpg

La Sezione del C.A.I. di Ponte di Piave/Salgareda (TV)
E’ LIETA DI INVITARE GLI AMICI DI:
Ponte di Piave, Salgareda, Prato Carnico e quanti vorranno partecipare alla

INAUGURAZIONE DEL RIFUGIO TALM
Nelle Dolomiti Pesarine
Domenica 29 maggio 2016
Ore 11,00

Interverranno :
l’Assessore dell’Agricoltura e Foreste della Regione Friuli V.G. (Cristiano Shaurli)
Il Sindaco del Comune di Prato Carnico
Il Sindaco del Comune di Ponte di Piave
Il Sindaco del Comune di Salgareda

In allegato l’invito in formato PDF con i dettagli del programma.

Cambodian Caves Life 2016

Con grande piacere pubblichiamo il comunicato stampa della Spedizione speleologica alla quale hanno partecipato anche alcuni nostri soci:

 

Spedizione speleologica italiana Cambodian Caves Life 2016

Si è ufficialmente conclusa la seconda spedizione speleologica italiana in Cambogia, partita il 28 gennaio scorso.
Le ricerche, condotte da Antonino Torre (capo spedizione), Claudio Schiavon, Alfea Selenati del Gruppo Speleologico Carnico – CAI Tolmezzo; Gian Domenico Cella (coordinatore scientifico), Vittoria De Regibus del Gruppo Grotte CAI Novara; Antonio Cosentino, documentarista e fotoreporter ufficiale della spedizione, Crig Geographical Exploring – Genova; Marco Scofet, Gruppo Speleologico Piemontese CAI UGET – Torino si sono concentrate su una zona che si è rivelata particolarmente ricca di cavità, la collina (Phnom) Kamping Poy (provincia di Battambang). Qui sono state e esplorate e documentate 7 grotte (per un totale di quasi 2 km di lunghezza) accomunate dalla presenza di profondi pozzi e, quasi tutte, da ambienti di grandi dimensioni, con saloni fino a 40-50 m di altezza.
Purtroppo l’esplorazione è stata fortemente ostacolata, una volta scesi in profondità, dal calore e dall’umidità ambientali, (32 °C a oltre 90% di umidità relativa) al limite della curva di sopravvivenza, che hanno costretto gli speleologi a limitare la permanenza a pochi minuti. Questo apetto, non usuale in grotta e scarsamente documentato in letteratura, è attualmente oggetto di approfondimento.
Molte le particolarità che si aggiungono alla belezza della grotte: ad esempio l’innalzarsi dal fondo di un pozzo d’ingresso della La Ang (grotta) Spoon di un colossale albero della famiglia del tek di una sessantina di metri di altezza, oppure nella La Ang Mombay depositi di cristalli trasparentissimi di calcite birifrangente (spato d’Islanda), scintillanti come gemme alla luce dei caschi speleo. La Ang Bysay, la più facilmente accessibile, si è rivelata invece un luogo di culto con tanto di statue di Buddha, tangka, tracce di permanenza, forse temporanea, di monaci buddisti. Di tutte è stata acquisita la classica documentazione speleometrica, nonché foto e video, anche con l’impiego di un drone, allo scopo di produrre una relazione scientifica e un documentario.
Come da programma, gli speleologi negli ultimi giorni hanno messo da parte tute,caschi e scarponi per più comodi sandali, magliette e bermuda da turisti ai Tropici, e hanno visitato zone di grande interesse e fascino, alcune poco frequentate, come gli antichi templi induisti (VII secolo) di Sambor, immersi nella foresta, o il santuario buddista di Phnom Santuk, raggiungibile con una scalinata di 800 gradini. Ma ne valeva la pena, la fatica è stata adeguatamente ripagata e l’arsura debellata con un bel bicchierone di succo di canna da zucchero, spremuto al momento.
Grande soddisfazione dunque per tutto il gruppo, due componenti del quale (Scofet e Torre) al momento continuano (in motocicletta!) le ricerche al confine nordorientale della Cambogia, per avere conferma dell’ esistenza di un affioramento calcareo, il più vasto del Paese secondo informazioni ricevute. Che preparino la terza spedizione? Se ne riparlerà.

Vittoria De Regibus (addetta stampa)

Sponsor: Naturalpe Adventure (Pasian Di Prato, UD), Cai Sezione di Tolmezzo (UD).
Patrocini: Cai sezioni di Tolmezzo (Ud), Novara, UGET Torino

Novara, 18 febbraio 2016