Castagnata 2019 Rif. Cimenti – Floreanini – 6 ottobre

Chiusura stagione escursionistica CAI Tolmezzo – domenica 06 ottobre 2019

Domenica 06 ottobre è prevista la tradizionale escursione sezionale al Rifugio Cimenti Floreanini. Si tratta dell’appuntamento che chiude ufficialmente la stagione escursionistica del Cai di Tolmezzo.
Il ritrovo è previsto presso la nostra sede in via Val di Gorto a Tolmezzo alle ore 8.00. Ci si sposterà con mezzi propri.
L’escursione avverrà per il sentiero di S. Ilario, con partenza dalla palestra di roccia del Monte Strabut (parcheggio), verso il poligono di tiro.

Tempi indicativi: salita ore 2 circa, discesa 1,30.

All’arrivo in rifugio è previsto il pranzo per tutti, con castagnata finale. Gradite bevande e dolci al seguito….
L’escursione sarà soprattutto un’occasione per condividere un momento conviviale e di festa tra soci “vecchi e nuovi”.
Siete tutti invitati a partecipare. Per motivi organizzativi si richiede conferma alla segreteria (0433 466446 o via mail a info@caitolmezzo.it) entro venerdì 04 ottobre.

Suggerimenti per escursioni

Considerato il fatto che riceviamo molte richieste riguardanti le possibili escursioni da fare in zona vi suggeriamo una funzionalità meno nota del sito, che magari verrà spostata sulla colonna di destra.
Le escursioni dell’anno in corso si trovano sempre a questo indirizzo:
http://caitolmezzo.it/escursioni.pdf
mentre per quelle degli anni precedenti basta aggiungere il suffisso dell’anno in questo modo:
http://caitolmezzo.it/escursioni-2018.pdf

sono disponibili in formato pdf i seguenti anni:
http://caitolmezzo.it/escursioni-2018.pdf
http://caitolmezzo.it/escursioni-2017.pdf
http://caitolmezzo.it/escursioni-2016.pdf
http://caitolmezzo.it/escursioni-2015.pdf

Fatti non foste – Treppo

Giovedì 26 settembre, ore 20.30, alla Galleria d’arte moderna Enrico De Cillia di Treppo,
riflessioni, confronti e ragionamenti anche rivolti alla montagna:

FATTI NON FOSTE
dialogo su cultura, valori, democrazia

con Gianpaolo Carbonetto e Angelo Floramo

A partire dai versi della orazion picciola dell’Ulisse di Dante, prende il via il dialogo tra Carbonetto e Floramo per capire, attraverso citazioni, ricordi, ragionamenti, quando è cominciato il declino che porta l’Italia, e non solo l’Italia, a sopravvivere quasi esclusivamente nel presente.

Ci si vanta, ormai, di non cercare più la conoscenza e tanto meno la virtù. Si crede di poter dimenticare il passato e rinunciare a progettare il futuro, in una società sempre più privata di quei punti certi che erano i valori, anche molto diversi l’uno dall’altro, che ogni cittadino portava con sé. Si guarda con un senso di impotenza allo sbriciolarsi di una democrazia vista ormai quasi solo come momento di espressione elettorale, non più sentita come patrimonio di confronto e mediazione in vista del benessere di tutti.

Sempre più serve l’impegno di tutti: cultura, valori, senso di umanità, democrazia, civile convivenza sono da curare e proteggere come se fossero gli ultimi fiori rimasti sulla Terra.

Pizzicando le Alpi – 22 settembre

Camminare, suonare, camminare, suonare… “Pizzicando le Alpi”

Questo é ció che ha fatto Mosé Morsut negli ultimi mesi.
Partito a piedi dalla val Gesso (CUNEO), il giovane chitarrista ha attraversato tutte le Alpi con, come unici compagni di viaggio, il suo zaino e la chitarra.
Lungo i luoghi in cui si è fermato, ha fatto oltre 50 concerti, portando la sua musica sulle più famose vette italiane (Argentera, Monviso, Rocciamelone, Bernina, Pale di San Martino, Marmolada, 3 cime di Lavaredo…)

Il pomeriggio del 22 settembre, dopo oltre 1000km a piedi, arriverà a Tolmezzo, dove si esibirà nella suggestiva cornice della “Festa della mela” nella piazza centrale alle ore 17, ospite della Sezione di Tolmezzo del CAI.

Con lui per l’occasione ci saranno anche altri musicisti: Carlotta Bosco (viola), Marco Segreto (basso), Giulio Arfinengo (percussioni).