Rifugio Cimenti Floreanini

Il “Rifugio Cimenti” (m 1067) è stato costruito nel 1958 da alcuni studenti del Liceo scientifico di Tolmezzo in memoria di Romano Cimenti, studente della stessa scuola caduto durante un tentativo di scalata alla parete ovest del monte Amariana. La costruzione è stata fatta sulla precedente baracca di Pio Vidrigh che l’aveva donata a “chiunque volesse utilizzarla“.
Diventato di proprietà del Comune di Tolmezzo è stato recentemente ceduto alla Sezione di Tolmezzo del CAI che ha provveduto al completo rifacimento della copertura, degli infissi e parzialmente della struttura muraria ed alla cointitolazione a Cirillo Floreanini.
Grazie al contributo di alcuni volontari anche l’arredo interno, una stupenda cucina economica  e tutte le finiture sono state ultimate o quasi. Lo stesso gruppo di volontari provvede alla manutenzione della struttura.
Attualmente il Rifugio offre un ottimo punto di appoggio lungo il sentiero 443 di salita al Monte Amariana con la possibilità di pernottare seppur su tavolato.
L’acqua è disponibile da una sorgente poco a valle del rifugio verso l’abitato di Illegio, 2 minuti a piedi e recuperare la legna non è un problema nel fitto bosco di faggi circostante.

Caratteristiche Si / No
Aperto – Niente da segnalare
Gestito
Aperto tutto l’anno
Acqua nelle vicinanze (un minuto verso valle!)
Cucina economica
Attrezzatura cucina
Legna (abbondante nei dintorni)
Tavolo esterno
Posto griglia esterno
Posti letto (da 3 a 6 su tavolato rialzato)

A breve la storia completa del bivacco, con immagini originale e scansioni delle foto più vecchie. GPX e KML dei sentieri di accesso e relativa mappa.

Cimenti Floreanini

Il sentiero di salita da Illegio e l’ubicazione della sorgente.

Il vecchio Bivacco Cimenti (conosciuto come Damarie) ed il nuovo Bivacco Cimenti – Floreanini: